La visura catastale

La visura catastale permette di accedere ai seguenti atti e documenti catastali:

  • dati identificativi e reddituali dei beni immobili (terreni e fabbricati)
  • dati anagrafici delle persone, fisiche o giuridiche, intestatarie dei beni immobili
  • dati grafici dei terreni (mappa catastale) e delle unità immobiliari urbane (planimetrie)
  • monografie dei Punti Fiduciali e dei vertici della rete catastale
  • elaborato planimetrico (elenco subalterni e rappresentazione grafica)
  • atti di aggiornamento catastale.

Le informazioni catastali, ad eccezione della consultazione delle planimetrie riservata esclusivamente agli aventi diritto sull'immobile o ai loro delegati, sono pubbliche e dunque l'accesso è consentito a tutti, pagando i relativi tributi speciali catastali e nel rispetto della normativa vigente.

I titolari, anche in parte, del diritto di proprietà o di altri diritti reali di godimento, possono chiedere la consultazione gratuita e in esenzione dei tributi, per gli immobili di cui risultano titolari in catasto (consultazione personale).

A Trento e Bolzano i servizi catastali sono gestiti dalle rispettive Province autonome.

Superfici catastali degli immobili

Dal 9 novembre 2015 le visure delle unità immobiliari urbane a destinazione ordinaria, iscritte in catasto e corredate di planimetria, contengono anche la superficie catastale dell'immobile
L'intestatario può richiedere di rettificare il dato sulla superficie catastale dell'immobile oppure, qualora questo dato non fosse presente negli archivi del catasto, di inserirlo associandolo a una planimetria già esistente in banca dati.
La richiesta va effettuata utilizzando l'apposito modello o tramite il servizio telematico Correzione dati catastali online.

Come richiedere la visura

La consultazione dei dati catastali archiviati nella banca dati informatica, relativi agli immobili presenti su tutto il territorio nazionale, può essere richiesta presso qualsiasi Ufficio provinciale – Territorio, sportello catastale decentrato, Sportello Amico (attivo negli uffici postali) oppure per via telematica tramite i servizi online del sito dell'Agenzia delle Entrate o di Poste Italiane S.p.A. (Certitel Catasto Web).

La visura contiene le informazioni relative alle particelle iscritte al Catasto dei Terreni e ai beni censiti al Catasto dei Fabbricati (unità immobiliare, beni comuni, lastrici solari, ecc.), alla mappa catastale e alle planimetrie rappresentative delle unità immobiliari urbane.

In caso di dati informatizzati, la visura è rilasciata al richiedente in formato cartaceo se richiesta agli sportelli oppure comefilepdfse richiesta telematicamente.
Per consultare i dati disponibili solo su supporto cartaceo è necessario recarsi presso l'Ufficio provinciale - Territorio competente. In questo caso, è consentito agli utenti di prendere appunti. Presso l'Ufficio è possibile anche la consultazione degli atti storici del catasto (registri di partita, mappe, tipi frazionamento, modelli 55, ecc.).

La consultazione degli atti di aggiornamento catastale è possibile su richiesta di accesso agli atti ai sensi della Legge n. 241/90.

Costo visura catastale

Il rilascio delle visure catastali prevede il pagamento dei tributi speciali catastali.

L'esenzione dal pagamento dei tributi speciali viene applicata nei soli casi previsti da specifiche disposizioni di legge (per esempio, i titolari, anche in parte, del diritto di proprietà o di altri diritti reali di godimento, possono chiedere la consultazione gratuita e in esenzione dei tributi, per gli immobili di cui risultano titolari in catasto).

Per ogni visura erogata dal servizio “Visura catastale telematica” l’importo dovuto a titolo di tributo speciale catastale è calcolato applicando la tariffa vigente diminuita del 10 per cento, perché riferita a visure erogate per via telematica, e aumentata del 50 per cento, trattandosi di visure fornite non su base convenzionale.

In particolare, nel caso di:

  • visura per soggetto, l’importo è di 1,35 euro per ogni 10 unità immobiliari, o frazione di 10
  • visura, attuale o storica, per immobile, l’importo è di 1,35 euro
  • visura della mappa, l’importo è di 1,35 euro.

I servizi in collaborazione con Poste Italiane S.p.A. prevedono un costo del servizio in aggiunta ai tributi.

In base a quanto previsto dalla tabella allegata al decreto legge n.262 del 3 ottobre 2006 non sono più dovuti tributi speciali per il rilascio delle visure catastali.

Tributi speciali catastali
numero Oggetto Tariffa in euro Note
L’esenzione dal pagamento dei tributi speciali di cui alla presente tabella viene applicata nei soli casi in cui essa è prevista da specifiche disposizioni di legge. Per unità immobiliari è da intendersi, sia la particella dei terreni, sia l’unità immobiliare urbana. Per tutte le altre disposizioni relative alle visure telematiche, a cui si applica la riduzione dei tributi pari al 10%, e per le visure “personali”, si rimanda alla legge ed alla circolare cui la presente tabella è allegata.
1 Certificati, copie ed estratti delle risultanze degli atti e degli elaborati catastali conservati presso gli uffici
1.1 Per ogni certificato, copia o estratto 16,00 Per i certificati richiesti dai privati per comprovare la situazione generale reddituale e patrimoniale ai fini della legislazione sul lavoro, previdenziale e di quella sulla pubblica istruzione, è dovuto il diritto fisso di euro 4
1.1.1
  • Oltre all'importo dovuto ai sensi del precedente punto 1.1, per ogni quattro elementi unitari richiesti, o frazioni di quattro, dei rispettivi elaborati:
  • particella per gli estratti e le copie autentiche delle mappe e degli abbozzi;
  • foglio di mappa per le copie dei quadri di unione;
  • vertice o caposaldo, per le copie monografiche;
  • punto per il quale si determinano le coordinate unità immobiliare, per gli estratti storici e per soggetto
  • unità immobiliare urbana per il rilascio di copia di planimetrie ed elaborati planimetrici
4,00 Il tributo non si applica ai primi quattro elementi e alle fattispecie diverse da quelle elencate
1.2 Per ogni estratto di mappa rilasciato in forma digitale 16,00 L'estratto è utilizzabile esclusivamente per la redazione di tipi di aggiornamento geometrico
1.2.1 Oltre all'importo dovuto ai sensi del precedente punto 1.2, per quattro particelle richieste, o frazioni di quattro 4,00 Il tributo non si applica alle prime quattro particelle
2 Definizione e introduzione delle volture, delle dichiarazioni di nuova costruzione e di variazione, dei tipi mappali e di frazionamento, ai fini dell'aggiornamento delle iscrizioni nei catasti e all'anagrafe tributaria:
2.1 Per ogni domanda di voltura 55,00 Nei territori ove vige il sistema del libro fondiario, il tributo è dovuto per ogni comune cui si riferiscono le particelle rurali menzionate nel decreto tavolare
2.2 Per ogni unità di nuova costruzione ovvero derivata da dichiarazione di variazione
2.2.1 per ogni unità appartenente alle categorie a destinazione ordinaria (categorie dei gruppi A, B e C) e a quelle censite senza rendita: 50,00
2.2.2 per ogni unità appartenente alle categorie a destinazione speciale (categorie dei gruppi D ed E): 100,00
2.3 Per ogni tipo, fino a un massimo di 10 particelle edificate ovvero derivate da frazionamento 65,00
2.3.1 Per ogni particella eccedente 3,00
3 Attestazione di conformità degli estratti di mappa per tipi di aggiornamento geometrico:
3.1 Per ogni estratto di mappa 10,00
3.1.1 Oltre all'importo dovuto ai sensi del precedente punto 3.1, per ogni quattro particelle richieste, o frazioni di quattro 4,00 Il tributo non si applica alle prime quattro particelle
3-bis Consultazione degli atti catastali:
3-bis.1. consultazione effettuata su documenti cartacei, per ogni richiedente e per ogni giorno o frazio- ne: 5,00
3-bis.2. consultazione della base informativa:
consultazione per unità immobiliare: 1,00
consultazione per soggetto, per ogni 10 unità immobiliari, o frazione di 10: 1,00
elenchi di immobili con estrazione di dati sele- zionati ed ogni altra consultazione, per ogni 10 unità immobiliari, o frazioni di 10: 1,00