Cerca nel sito

Ricerca personalizzata

ICI

L'ICI (Imposta Comunale sugli Immobili) è un'imposta con gettito destinato ai Comuni.
L'Ici colpisce i fabbricati, le aree fabbricabili e i terreni agricoli proporzionalmente alla quota ed ai mesi dell'anno nei quali si è protratto il possesso.
E' stata istituita a decorrere dal 1° gennaio 1993 con D. Lgs 30.12.1992 n. 504

Imposta Comunale sugli Immobili

Guida all'Ici, imposta comunale sugli immobili, Scadenza ICI, hi deve pagare l'ICI, Base imponibile per l'ICI, Aliquote Ici, detrazioni ici, Come si calcola l'Ici, Immobili oggetto di sanatoria edilizia, Ici e pertinenze, Come si paga l'ICI, l'ici per i residenti all'estero, ICI Imposta Comunale sugli Immobili Aliquote Detrazioni Calcolo ICI 2011 Pagamento Dichiarazione Scadenza ICI 2011, f24 bollettino versamento ici, ici terreni, acconto ici, detrazioni ICI, compilazione ici, pagamento f24,

L'IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI

Dall'Annuario 2010 dell'Agenzia delle Entrate, aggiornato al 24 maggio 2010

Dal 2008 è prevista l'esenzione ICI per le unità immobiliari adibite ad abitazioni principali e per quelle ad esse assimilate dal Comune con regolamento o delibera in vigore alla data del 29 maggio 2008.

http://www.agenziaimmobiliarelaurenti.com

Esenzione ICI

Per abitazione principale si deve intendere quella in cui il contribuente, che la possiede a titolo di proprietà, usufrutto o altro diritto reale, vi risiede, intendendosi per tale, salvo prova contraria, quella di residenza anagrafica.

Praticamente, l'imposta non è dovuta:

Tra questi ultimi, come precisato nella risoluzione n. 1/DF (Dipartimento delle Finanze) del 4 marzo 2009, rientrano, sempre se il Comune lo abbia previsto nel proprio regolamento o delibera:

Poiché la disciplina dettata dai Comuni non è uniforme in tutto il territorio nazionale, per assicurarsi che l'immobile posseduto sia esente da imposta, occorre chiedere le necessarie informazioni al Comune sul cui territorio si trova l'immobile.

Una volta accertato che per un determinato immobile si è tenuti al pagamento dell'imposta comunale, occorrerà osservare le consuete regole che, di seguito, si riassumono.

http://www.agenziaimmobiliarelaurenti.com

PAGAMENTO ICI: CHI LA DEVE PAGARE

L'imposta deve essere pagata:

  • da chi ha la proprietà (o altro diritto reale di godimento) di fabbricati, aree fabbricabili e terreni agricoli;
  • dal locatario, per gli immobili concessi in locazione finanziaria (l'imposta è dovuta a decorrere dalla data della stipula e per tutta la durata del contratto);
  • dai concessionari, per le aree demaniali.

Se l'immobile è posseduto da più proprietari, l'imposta deve essere ripartita proporzionalmente tra loro in base alle quote di proprietà, e versata separatamente (ad esempio, per una casa cointestata a marito e moglie, entrambi devono versare l'ICI ma separatamente).

In caso di usufrutto, l'imposta è dovuta da chi gode di tale diritto e mai dal nudo proprietario. Se l'immobile è in multiproprietà, l'ICI deve essere invece pagata dall'amministratore del condominio o della comunione.

http://www.agenziaimmobiliarelaurenti.com

IL VALORE DELL'IMMOBILE

Per calcolare l'imposta bisogna prima di tutto determinare il valore dell'immobile, cioè quella che, di norma, si chiama "base imponibile". A tal fine occorre distinguere se si tratta di fabbricati, di aree fabbricabili o di terreni agricoli.

ICI FABBRICATI

La base imponibile è costituita dalla rendita risultante in catasto al 1° gennaio dell'anno in corso aumentata del coefficiente di rivalutazione (attualmente il 5%) e moltiplicata per un coefficiente diverso a seconda della categoria catastale:

Per i fabbricati di interesse storico/artistico, la rendita si calcola applicando la tariffa d'estimo (aumentata del 5%) di minore ammontare prevista per le abitazioni della zona censuaria nella quale è situato il fabbricato. La rendita va moltiplicata per 100 anche se il fabbricato è classificato nella categoria A10 o C1 o nel gruppo D.

ICI BASE IMPONIBILE: COME SI DETERMINA

Calcolo base imponibile ici

http://www.agenziaimmobiliarelaurenti.com

PER LE AREE FABBRICABILI

La base imponibile ICI è costituita dal valore commerciale al 1º gennaio dell'anno cui si riferisce l'imposta.

Il Comune può determinare periodicamente detto valore, suddividendo il territorio per zone omogenee. Il valore così determinato non potrà essere rettificato con atti di accertamento da parte del Comune qualora venga preso a base dal contribuente per la valutazione della propria area fabbricabile.

PER I TERRENI AGRICOLI

La base imponibile ICI è costituita dal reddito dominicale risultante in catasto al 1º gennaio dell'anno in corso, aumentato del 25% e moltiplicato per 75.

CALCOLO ICI

L'ICI si calcola applicando alla base imponibile l'aliquota ici stabilita dal Comune ove è ubicato l'immobile (compresa, normalmente, tra il 4 e il 7 per mille). Generalmente, per l'abitazione principale, per la quale è dovuta ancora l'imposta (ad esempio per l'immobile classificato nella categoria catastale A/1, A/8 e A/9) è fissata un'aliquota ridotta.

I Comuni possono fissare aliquote ICI diverse in relazione al tipo di immobile e prevedere aliquote agevolate, anche inferiori al 4 per mille.

L'imposta deve essere calcolata sulla base dei mesi di possesso nel corso dell'anno (il mese durante il quale il possesso si è protratto per almeno 15 giorni è calcolato per intero).

Per conoscere le aliquote i contribuenti possono rivolgersi direttamente agli uffici comunali o consultare il sito internet del Dipartimento delle Finanze (www.finanze.gov.it), sezione "Fiscalità locale".

DETRAZIONI ICI - RIDUZIONI ICI

Ici abitazione principale

http://www.agenziaimmobiliarelaurenti.com

Per l'abitazione principale (nei casi in cui è ancora tassata) viene concessa una detrazione di 103,29 euro, rapportata ai mesi nei quali l'immobile è stato utilizzato come dimora abituale.

Se l'immobile costituisce contemporaneamente abitazione principale di più persone tenute al pagamento dell'ICI, la detrazione va suddivisa tra loro in parti uguali (e non in base alla percentuale di possesso).

I Comuni possono elevare la detrazione ICI per l'abitazione principale fino ad abbattere totalmente l'imposta dovuta per questa abitazione.

L'aliquota ridotta prevista per l'abitazione principale si applica anche alle pertinenze, indipendentemente dal fatto che il Comune impositore abbia o meno deliberato l'estensione della riduzione dell'aliquota anche alle pertinenze medesime.

Per i fabbricati dichiarati inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati, l'ici è ridotta al 50%.

Per i terreni agricoli, nella determinazione dell'imposta dovuta, i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli a titolo principale possono usufruire delle agevolazioni previste dal Decreto Legislativo n. 504/1992 (art. 9). Ai fini delle suddette agevolazioni per coltivatori diretti o imprenditori agricoli a titolo principale si intendono le persone fisiche iscritte negli appositi elenchi comunali previsti dalla Legge 9 gennaio 1963, n. 9 (art. 11) e soggette al corrispondente obbligo dell'assicurazione per invalidità, vecchiaia e malattia.

PAGAMENTO ICI: COME E QUANDO SI PAGA

I termini entro cui effettuare il pagamento ICI sono:

Pagamento acconto ICI: 16 giugno

Pagamento saldo ICI: 16 dicembre

Il versamento ici può essere effettuato anche in unica soluzione entro il termine previsto per l'acconto. In questo caso, per calcolare l'imposta dovuta per l'intero anno occorre applicare l'aliquota stabilita dal Comune per l'anno in corso.

L'acconto ici deve essere pari al 50% dell'imposta dovuta e già pagata per l'anno d'imposta precedente. Se il possesso è stato parziale l'imposta va comunque rapportata ai dodici mesi dell'anno di riferimento. L'eventuale conguaglio sarà effettuato in occasione del versamento a saldo.

In pratica, con questo sistema il contribuente ha il vantaggio di non doversi affrettare, a giugno, a rintracciare ed esaminare le delibere comunali per verificare se sono variate le aliquote da applicare.

In caso di possesso per l'intero anno il contribuente pagherà entro il 16 giugno la metà di quanto versato nell'anno precedente e a dicembre, una volta accertato che non sono intervenute modifiche delle aliquote o delle detrazioni, dovrà semplicemente pagare il restante 50%.

In caso contrario, cioè se le aliquote o le detrazioni sono cambiate rispetto all'anno precedente, a dicembre il contribuente effettuerà il ricalcolo dell'imposta dovuta per l'intero anno e pagherà la differenza ancora dovuta, tenendo conto dell'acconto pagato a giugno.

Le persone non residenti nel territorio dello Stato possono effettuare il versamento dell'imposta dovuta per l'intero anno, in unica soluzione, entro il 16 dicembre, con applicazione degli interessi del 3% sull'importo il cui pagamento è stato differito. Questi contribuenti possono versare l'imposta direttamente dall'estero tramite bonifico bancario oppure vaglia internazionale ordinario o vaglia internazionale di versamento in conto corrente.

http://www.agenziaimmobiliarelaurenti.com

PAGAMENTO ICI: COME PAGARE

Per il pagamento è possibile utilizzare il modello F24 o il bollettino postale presso:

Il Comune può disporre modalità di pagamento aggiuntive o sostitutive di quelle indicate (ad esempio, versamento su conto corrente postale intestato alla Tesoreria del Comune). Per maggiori informazioni i contribuenti possono rivolgersi ai competenti uffici comunali.

L'utilizzo del Modello F24 presenta due grossi vantaggi:

  1. consentire al contribuente di compensare l'imposta da versare con eventuali crediti maturati per altri tributi erariali (Irpef, Iva, eccetera).
    E' possibile utilizzare anche l'eccedenza delle imposte derivanti dal modello 730 (Irpef, addizionali comunale e regionale), a condizione che tale scelta si effettui espressamente nella dichiarazione dei redditi;
  2. effettuare il pagamento a Comuni diversi con un unico modello (cosa che non sarebbe possibile con il bollettino).

I codici da utilizzare per la compilazione del modello F24, nella sezione "ICI ed altri tributi locali", sono i seguenti:

Il modello F24, le relative istruzioni per la compilazione e ulteriori informazioni utili per il versamento dell'imposta sono reperibili sul sito www.agenziaentrate.gov.it.

http://www.agenziaimmobiliarelaurenti.com

DICHIARAZIONE ICI: PRESENTAZIONE

L'obbligo di presentare la dichiarazione ICI per la maggior parte dei casi (compravendita di immobili effettuata con atto notarile) è stato abolito.

L'adempimento permane solo per determinate situazioni, ad esempio quando si intende ottenere riduzioni d'imposta relativamente a fabbricati, inagibili o inabitabili, o quando gli elementi da considerare ai fini della determinazione del tributo dipendono da atti (relativi a diritti sugli immobili, alla trascrizio ne, all'iscrizione e all'annotazione nei registri immobiliari, alla voltura catastale) per i quali non sono applicabili le procedure telematiche (che prevedono il modello unico informatico).

Nei casi in cui è previsto l'obbligo della dichiarazione ici, questa deve essere presentata entro i termini di presentazione della dichiarazione dei redditi, utilizzando l'apposito modello, che viene pubblicato anche sul sito internet del Dipartimento delle Finanze (www.finanze.gov.it) e su quello dell'Agenzia delle Entrate (www.agenziaentrate.gov.it).

Per adempiere correttamente all'obbligazione tributaria si consiglia di informarsi presso il competente ufficio del Comune di ubicazione degli immobili.

Dall'Annuario 2010 dell'Agenzia delle Entrate, aggiornato al 24 maggio 2010

ICI       Versamento Ici 2011       ICI Viareggio       ICI Milano

Immobiliare