Cerca nel sito

Ricerca personalizzata

Finanziaria 2010

La finanziaria 2010 è stata pubblicata sulla Gazzetta ufficiale del 30 dicembre 2009 ed è in vigore dal primo gennaio 2010. La legge finanziaria per il 2010 è la legge n.191 del 23 dicembre 2009.

Manovra finanziaria 2010 in pdf

Manovra finanziaria 2010

Finanziaria 2010: disposizioni riguardanti il settore immobiliare privato.

Testo Finanziaria 2010

Pochi gli interventi della finanziaria nel settore immobiliare: Conferma della detrazione del 36% sulle ristrutturazioni e oblìo sul risparmio energetico

Ristrutturazioni immobili

(articolo 2, commi 7 e 8)

Disposta la proroga al 2012 della detrazione Irpef al 36% delle spese sostenute per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio e in favore di acquirenti o intestatari di immobili facenti parte di fabbricati interamente ristrutturati da imprese di costruzione o da cooperative edilizie.

Si chiarisce che le agevolazioni spettano, anche, per le spese sostenute, nel 2012, per interventi di recupero del patrimonio edilizio e nel caso di acquisto di immobili facenti parte di parte di fabbricati interamente ristrutturati da imprese di costruzione o da cooperative edilizie, sempreché i lavori siano eseguiti entro il 31 dicembre 2012 e che l'alienazione e l'assegnazione dell'immobile avvenga entro il 30 giugno 2013.

La normativa di favore fiscale per il recupero edilizio, prevede, come noto, una detrazione di una quota pari al 36% delle spese di recupero del patrimonio edilizio per un ammontare complessivo delle spese agevolate non superiore a 48mila euro per immobile e la ripartizione in 10 rate annuali di pari importo. I contribuenti di età non inferiore a 80 anni possono optare per una ripartizione in 3 o 5 rate annuali, mentre i contribuenti di età non inferiore a 75 anni possono optare per una ripartizione in 5 rate.

Diventa, invece, a regime l'agevolazione (il comma indica "2012 e successivi") che consente l'applicazione dell'aliquota Iva al 10% sui lavori di recupero del patrimonio edilizio realizzati su fabbricati a prevalente destinazione abitativa privata. Deve, però, trattarsi di prestazioni di manutenzione ordinaria, straordinaria, di restauro conservativo e di ristrutturazione edilizia per le quali l'applicazione ridotta dell'Iva era finora prevista solo transitoriamente, in considerazione dei termini di durata della relativa autorizzazione rilasciata dall'Ue.

A maggio scorso anche l'Europa ha cambiato norme ed è, ora, possibile in tutti gli Stati membri introdurre un'aliquota Iva ridotta per le prestazioni nel settore edile.

Manovra correttiva Tremonti

Immobili "fantasma"

(articolo 19)

Parte un aggiornamento a tappeto del Catasto, con l'attivazione dell'Anagrafe immobiliare integrata.

E' prevista, poi, l'apertura ai comuni a una gestione "partecipata", con il Territorio, delle funzioni catastali. Il Territorio, dal canto suo, dovrà concludere entro il 30 settembre 2010 l'individuazione degli immobili "fantasmi", quelli cioè non dichiarati al catasto.

Entro il 31 dicembre 2010, i titolari di diritti reali sugli immobili potranno presentare domanda di aggiornamento catastale. Dopo tale data, il Territorio attribuirà una rendita presunta a tutti quegli immobili non regolarizzati.

Secondo gli ultimi dati del Territorio, a oggi, su circa 2 milioni di immobili "fantasma", 500mila stanno "riemergendo" con le procedure previste. Si tratta, ora, di lavorare sull'altro milione e mezzo di immobili, che se non verranno regolarizzati (con sanzioni ridotte a un terzo) entro fine anno, scatterà il calcolo della rendita presunta (e le sanzioni saliranno a un terzo del valore catastale), con oneri a carico dell'interessato.

E' bene far notare che l'emersione dell'immobile è solamente ai fini della regolarizzazione catastale delle imposte evase negli anni, e quindi non sana eventuali altri illeciti, come, per esempio, gli abusi edilizi.

Da Ilsole24ore.com


La legge finanziaria

La legge finanziaria è uno strumento della manovra di bilancio annuale del Governo Deve essere approvata dal Parlamento, che può apportarvi modifiche.

La Finanziaria ontiene disposizioni per tenere sotto controllo i conti pubblici, sia per quamto riguarda le entrate (tasse e ricavi derivanti dalla vendita di beni pubblici), sia per quanto riguarda le uscite.

Attualmente la legge finanziaria ha il principale obiettivo di ridurre il deficit pubblico, controllando e modificando il flusso delle entrate, intervenendo sui prelievi effettuati con imposte e tasse, modificando la consistenza e i criteri della spesa pubblica (trasferimenti agli enti locali, stipendi dipendenti pubblici, agevolazioni a particolari settori economici, sgravi fiscali).

Immobiliare